La forza dei colori

La forza dei colori

postato in: Senza categoria, Visionari | 0

Sono sempre stata attratta dai colori e dallo loro capacità di trasmettere sensazioni e significati. Il nostro umore, come pure l’appetito e persino la pressione sanguigna e alcune funzioni metaboliche del nostro organismo vengono influenzate dai colori. Davanti ad un colore io mi metto in ascolto e riesco a percepire i ricordi dell’infanzia legati a quel colore, ancora meglio che se qualcuno me li raccontasse. L’altro giorno in farmacia mi hanno dato una sportina rossa. Non era proprio rossa, era un colore tra il corallo e il geranio con nuance arancioni. Mi ha ricordato un palla di plastica, di quelle da mare, che amavo moltissimo e con cui ho giocato per anni. Certe mattine l’azzurro del cielo mi ricorda il ghiacciolo all’anice (ora introvabile) che mangiavo da piccola, quello che costava 30 lire. Era una nuance di azzurro particolare, non l’ho mai più rivista se non in qualche cielo mattutino di estate. Qualche giorno fa al mercato dell’usato ho comprato una camicetta verde che quasi certamente non indosserò mai: ma era proprio quella punta di verde del colore del mio primo mangiadischi, regalo della Comunione, su cui ho consumato i dischi di Gianni Morandi in un’estate indimenticabile sulle Dolomiti. Nella fotografia amo il bianco e nero ma ho voluto fare alcune foto in cui il colore degli oggetti viene evidenziato. E allora tutto il resto, dallo sfondo all’oggetto stesso, perde significato, lasciando spazio solo al colore e alla sua forza evocativa.

 

 

 

Che cos’è l’azzurro? E’ l’invisibile diventato visibile. Non ha dimensioni. È l “oltre” le dimensioni  di cui sono partecipi gli altri colori. ( Yves Klein)

 

Il rosso è un grande chiarificatore – luminoso e rivelatore. Non riesco a immaginare di annoiarmi con il rosso – sarebbe come annoiarmi con la persona che amo.
(Diana Vreeland)

 

Si fa presto a dire bianco, c’è quello raffinato e quello dozzinale, ogni sfumatura ha un suo carattere proprio.
(Haruki Murakami)

 

Il verde assoluto è il colore più calmo che esista: esso non si muove in nessuna direzione e non ha alcuna nota di gioia, di tristezza, di passione, non desidera nulla, non aspira a nulla.
Questa costante assenza di movimento è una proprietà che ha un effetto benefico su persone stanche, ma dopo qualche tempo di riposo può venire facilmente a noia.
(Wassily Kandinsky)

 

Il giallo è il colore più prossimo alla luce.
(Goethe)

Condividi

Lascia un commento